<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
domenica 22 aprile 2018 | 08:53
 Edizione del 20/11/2017
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Cooperativa l'aquilone
 Gocce di storia
 IL GIORNALE DI LUMEZZANE
 Associazione Artigiani
 Armando Dolcini
 CareDent
 Attualità
 Carta sprecata
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





Un Campione del mondo al Rotary Club Valtrompia
Lo sport attira l’attenzione di tutti, ognuno di noi si immedesima in un campione che con gesta atletiche riesce a compiere qualcosa che spesso sembra irraggiungibile, scatenando nei suoi fans una ammirazione incondizionata
Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



Un Campione del mondo al Rotary Club Valtrompia
( VERSIONE TESTUALE )

Così accadeva alla fine degli anni ’80 quando un ragazzo bresciano collezionava, in acqua, record mondiali da dare i brividi ai migliori nuotatori del Pianeta.
Giorgio Lamberti - un campione del mondo fra noi, non è solo il titolo di una bella serata al Rotary Club Valtrompia, ma è stato un incontro da ricordare con grande piacere.
Elegante nei modi e pacato nell’esposizione, Giorgio Lamberti ha raccontato di sé fin da quando era bambino, disegnando in modo pulito la storia di un campione nato dalla preoccupazione e volontà dei genitori di dare una vita sana ad un figlio che sembrava gracile. La paura di non farcela, la gioia delle prime vittorie, la fatica nel coniugare i tempi del durissimo allenamento con lo studio liceale, la concomitanza delle Olimpiadi con gli esami di maturità, il pianto disperato nella propria camera, la delusione di una Olimpiade a portata di mano ma persa per poco e la parolaccia urlata, liberatorio sfogo dopo la vincita del record mondiale, subito ripreso dalla mamma, anche se colma di orgoglio e di amore verso quel figlio che dal pelo dell’acqua dominava il mondo.
Lo ha educato bene quella mamma, che avrà pure somministrato al figlio una dieta approssimativa, ma ha insegnato una indiscutibile educazione da vero Gentleman.
Questi sono i campioni che dovremmo sempre sentire e far conoscere ai nostri figli, esempio di dedizione, serietà, metodo. Per Giorgio Lamberti il nuoto è matematica e sicuro di aver preparato il record mondiale il giorno precedente aveva scritto e dato all’amico di camera i tempi di passaggio vasca fino al tempo che ha determinato il record del mondo dei 200 m. stile libero 1’ 46,69’’. Centrato l’obiettivo!

Le domande si sono susseguite proposte da tanti soci e soprattutto dal nostro Presidente Pierpaolo Ghidini, amico di Giorgio Lamberti e anche lui un grande appassionato e atleta nuotatore.
La presenza di Pietro Ghidini e Federico Parma, due ragazzi del gruppo agonistico di Lamberti, è stata la bella testimonianza del buon rapporto fra il Presidente Lamberti, campione del Mondo e tutto il gruppo agonistico della squadra nuoto gardonese.


Giorgio Lamberti ha mosso precocemente i primi passi nel nuoto a Brescia, guidato fino ai diciassette anni da Pietro Santi e successivamente da Alberto Castagnetti. Dopo un secondo e un terzo posto conquistati agli Europei giovanili del 1984, Lamberti fu chiamato nella nazionale maggiore in occasione dei Mondiali di Madrid del 1986, dove si piazzò ottavo con la staffetta 4x200 m stile libero. Nel 1986 ha vinto proprio nei 200 m stile libero il suo primo titolo nazionale estivo, cui ne seguiranno altri nove, conquistati nelle distanze che più ha amato: due nei 100 m stile libero, sei nei 200 m e due nei 400 m stile libero. Ha vinto in carriera anche otto titoli italiani primaverili, uno nei 50 m stile libero, due nei 100 m, quattro nei 200 m e uno nei 400 m stile libero.
È stato un grande cacciatore di primati: in vasca da 50 m ha migliorato per sette volte il primato italiano dei 100 m stile libero, la prima volta con 50,97” il 31 maggio 1987 e l'ultima con il tempo di 49,24” a Bonn nel corso dei Campionati Europei 1989, vincendo il titolo continentale e conquistando anche il primato europeo. Questo record resistette a livello continentale fino al 4 agosto 1991 e come record nazionale fino al 16 settembre del 2000, quando venne rilevato a Sydney da Lorenzo Vismara. Sulla distanza dei 200 m stile libero ha realizzato il suo primo record nazionale con il tempo di 1’50,31” il 2 maggio 1987 a Buenos Aires e lo ha migliorato in sette occasioni fino ad arrivare a 1’46,69”, tempo nuotato il 15 agosto 1989 nel corso della vittoriosa finale dei 200 m stile libero agli Europei di Bonn, in cui divenne il primo nuotatore italiano a realizzare un primato del mondo maschile. Ne realizzerà altri tre in vasca corta. Lo straordinario record di Lamberti ha resistito per dieci anni prima di essere superato il 23 marzo 1999 dall'australiano Grant Hackett e a livello europeo il 18 dicembre 1999 dall'olandese Pieter Van den Hoogenband. In campo nazionale fu invece battuto il 17 settembre 2000 da Massimiliano Rosolino nel corso dei Giochi Olimpici di Sydney. Lamberti ha migliorato anche per tre volte il primato italiano dei 400 m e una volta quello degli 800 m stile libero. In vasca corta il formidabile mezzofondista bresciano ha migliorato il primato italiano dei 100 m stile libero per tre volte, con una migliore prestazione di 48,76” stabilita nel 1990 a Roma. Questo primato venne superato il 21 gennaio 1998 da Lorenzo Vismara a Sydney (Coppa del Mondo). Nei 200 m il primato è stato migliorato da Lamberti quattro volte: la prima nuotando in 1’46,93” nel febbraio del 1987 e le ultime due nuotando in 1’43,95” il 14 febbraio 1988 (primato europeo e mondiale) e in 1’43,64” l'11 febbraio 1990 (ancora primato europeo e mondiale). Questo record ha resistito fino al 1° aprile 1999, prima di essere battuto a Hong Kong dall'australiano Ian Thorpe, e come primato europeo fino al 16 dicembre 2001, quando venne migliorato da Van den Hoogenband. Lamberti è stato primatista del mondo ed europeo anche dei 400 m stile libero in vasca da 25 m. Su questa distanza ha migliorato per cinque volte il primato italiano, la prima il 28 febbraio 1987. Il 13 febbraio 1988 ha nuotato a Bonn in 3’41,74”, stabilendo il primato europeo e mondiale della distanza. Successivamente ha migliorato ancora questo limite fino a portarlo a 3’40,89” nel 1990: un primato che ha resistito a livello nazionale fino al dicembre 1998. Lamberti ha veramente avuto una carriera ricca di successi strepitosi. È stato due volte campione europeo individuale (Bonn 1989, 100 e 200 m stile libero) e ha vinto anche due medaglie d'argento nei 200 m stile libero (Strasburgo 1987 e Atene 1991) e due di bronzo (Atene 1991, 100 e 400 m stile libero). Ha vinto inoltre anche tre medaglie in staffetta: oro con la 4x200 m stile libero a Bonn 1989; argento con la 4x200 m stile libero e bronzo con la 4x100 m mista ad Atene 1991. Il vertice più alto della sua carriera fu però toccato ai Campionati del Mondo di Perth 1991. In quella occasione si laureò campione del mondo dei 200 m stile libero in 1’47,27”, travolgendo il tedesco Steffen Zesner (1’48,28”) e il polacco Artur Wojdat (1’48,70”). Nei 100 m stile libero fu terzo in 49,82” dietro allo statunitense Matt Biondi e allo svedese Tommy Werner. Infine fu terzo anche nella staffetta 4x200 m stile libero, con il tempo di 7’17,18”, avendo per compagni Emanuele Idini, Roberto Gleria e Stefano Battistelli. Questo grande atleta azzurro, il più grande di tutti in campo maschile fino all'avvento di Massimiliano Rosolino e Domenico Fioravanti, non è stato mai in grado di salire sul podio olimpico: ciò non ha tuttavia impedito che la sua enorme classe lo facesse nominare, unico nuotatore italiano insieme a Novella Calligaris, nella Hall of Fame del nuoto. La proposta fu fatta da Camillo Cametti, presidente della Commissione stampa della FINA e direttore di Mondo del nuoto e di Swimming World, le due più prestigiose riviste di nuoto d'Italia e del mondo. Terminata l'attività agonistica, Lamberti è rimasto nel mondo del nuoto e dello sport, rendendosi promotore di un importante meeting internazionale (Città di Edolo) e di iniziative volte a promuovere il nuoto, d'intesa con la Federazione, in Val Camonica e Val Trompia.

(dal notiziario del Rotary Club Valtrompia n.8 del 19 Ottobre 2017)


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca