<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
lunedì 23 luglio 2018 | 00:18
 Edizione del 19/03/2018
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Cooperativa l'aquilone
 IL GIORNALE DI LUMEZZANE
 Associazione Artigiani
 Gocce di storia
 Armando Dolcini
 MISS & MISTER VALTROMPIA 2017
 Attualità
 Carta sprecata
 Spettacoli
 Viaggi e Turismo
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





Artigiani di emozioni?
L’Associazione Artigiani di Brescia ha aperto le porte all’impegno sociale e lo ha fatto con tre incontri dal titolo “Artigiani di emozioni?” che si sono tenuti il 5, 12 e 19 marzo nella sede dell’Associazione Artigiani in via Cefalonia
Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



Artigiani di emozioni?
( VERSIONE TESTUALE )

A guidare il gruppo di lavoro che in questa sede mette in sinergia e a confronto genitori e insegnanti è stata la psichiatra e psicoterapeuta Romana Caruso. Mettere davvero l’uomo al centro della vita – lavorativa e non – è un obiettivo che molti auspicano: “Soprattutto nelle piccole aziende il rapporto tra imprenditore e dipendenti o collaboratori va ben oltre il lavoro – sottolinea Bortolo Agliardi, presidente dell’Associazione Artigiani di Brescia -. L’azienda è quasi sempre una piccola comunità, una famiglia dove si rispecchiano profondamente sentimenti ed emozioni di ognuno. E creare un ambiente sereno ha ricadute notevoli sulla qualità della vita e del lavoro”.
Mettere, o rimettere, davvero l’uomo al centro, quindi, con un’iniziativa unica, innovativa e lungimirante: “Ci siamo chiesti se anche l’uomo deve essere 4.0, con la sua famiglia, i suoi sentimenti e le sue emozioni, o vale la pena guardarci dentro e riflettere, magari fare un passo indietro per ripartire con maggiore slancio. Vedo che nelle nostre aziende si rispecchia la società malata, che ha perso i valori di un tempo. Se la crisi, nel suo cinismo, è un’opportunità, allora prendiamo atto della crisi di identità della società per ripartire da noi stessi, dalle nostre famiglie, dal ruolo di genitori per spianare una strada diversa ai nostri figli”. Dalla presa di coscienza alla concretezza, figlia dell’autentico Dna artigiano, il passo è stato breve: “Abbiamo deciso di guardare con maggiore profondità al sociale che poi, alla fine, vuole dire investire anche sulle nostre aziende e sul nostro lavoro”, spiega Agliardi.
Per dare più chance ai giovani si deve partire dalla scuola. Per questo nell’iniziativa che la Associazione Artigiani ha realizzato grazie al contributo dell’Associazione “Il sorriso dei bimbi” presieduta da Fabio Lenghi, si sono messi in relazione genitori e insegnanti.


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca