<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
domenica 16 dicembre 2018 | 12:57
 Edizione del 18/09/2018
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Cooperativa l'aquilone
 Associazione Artigiani
 Gocce di storia
 Armando Dolcini
 IL GIORNALE DI LUMEZZANE
 Rotary Club Valtrompia
 Fausti 70° anniversario
 CareDent
 Speciale Lavorazioni Meccaniche
 Carta sprecata
 Spettacoli
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





DAL FARE BENE LE COSE AL COMUNICARLE MEGLIO

Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



DAL FARE BENE LE COSE AL COMUNICARLE MEGLIO
( VERSIONE TESTUALE )

Bresciatourism ha lanciato nei mesi scorsi l'iniziativa “Territorio-Artigianato-Turismo” che, come obiettivo, ha quello di far conoscere di più e più a fondo il mondo dell'artigianato bresciano e le sue produzioni a chi, per turismo, visita i nostri territori. L'iniziativa dell'organismo della Camera di Commercio vede il sostegno, fra le altre, della nostra Organizzazione convinti come siamo che avere l'opportunità di far conoscere meglio il nostro mondo artigiano sia uno degli elementi ormai imprescindibili per molte attività. Ce lo diciamo spesso ma vale la pena ripeterlo: noi artigiani siamo bravi a fare le nostre cose, ma siamo un po' meno bravi a far vedere quanto siamo capaci, ci manca quel che si dice un approccio di marketing al nostro lavoro. Fare e far sapere devono diventare un binomio inscindibile, necessario, vincendo da una parte residue ritrosie, quasi una sorta di innata timidezza che molti artigiani hanno, ma – e soprattutto – imparando come si fa, come e cosa si potrebbe fare per valorizzare le nostre produzioni.
Da questo punto di vista, l'iniziativa di Bresciatourism si segnala per la completezza del percorso che vede prima dei momenti di formazione per gli artigiani e poi l'inserimento delle botteghe e dei laboratori degli artigiani stessi in mini-tour per turisti. Ovviamente, l'iniziativa coinvolge gli stessi operatori turistici che, a loro volta, hanno la necessità di presentare ai loro clienti delle proposte nuove e diverse andando incontro ad una esigenza che si sta affacciando sul mercato: il turista di oggi sempre più chiede di conoscere parti e storie del territorio che sta visitando. Sta finendo il tempo in cui il turista si accontentava della sdraio sulla spiaggia del lago o sulla balconata con vista montagna. Ormai è entrato nel linguaggio comune quel che viene definito turismo esperienziale che è, per l'appunto, fatto di esperienze nuove: si sta sul lago ma, per fare un esempio, se si possono visitare le cantine della Franciacorta o della Lugana . Si può stare a Ponte di Legno (altro esempio) ma se si organizza una visita alla malga, una sosta in un caseificio, se si promuove un passaggio in un laboratorio artigiano a vedere scolpire il legno o dove si realizzano tessuti, è cosa apprezzata e gradita per i turisti, molto gradita. E rappresenta una grande opportunità per artigiani e piccole imprese.
Risulta evidente che la nuova proposta vada spiegata bene, assimilata dagli artigiani che, come dicevo, devono anche imparare a far sapere quanto sanno fare. So bene che, soprattutto nella fase iniziale, qualche problema inevitabilmente c'è, non sempre i riscontri sono immediati, bisogna – come si dice – crederci e farci anche qualche piccolo investimento. Ma questa è una delle possibili strade: serve a farci conoscere al grande pubblico, ma – attenzione – serve anche a stringere rapporti con i colleghi operatori turistici e con gli albergatori in particolare. Entrambe le categorie hanno interesse a far crescere il numero dei clienti attraverso nuove idee, nuove proposte che potranno poi “seguire” i turisti a casa loro con l'e-commerce. L'ho detto e lo ripeto: dobbiamo crederci in queste nuove forme di collaborazione fra categorie diverse,non è più il tempo per pensare che essere soli ci contraddistingue, la nuova formula è fare sistema, non possiamo pensare che in un era di mutazione degli interessi e costumi improntati dalla globalizzazione, il ns mondo ne sia esente, dobbiamo sperimentare nuove formule per essere più visibili e per farci conoscere. Chiudo ricordando, al proposito, un pensiero di Carlo Maria Cipolla, storico ed economista amabile come pochi che diceva, in risposta a chi gli chiedeva quale potesse essere il ruolo dell'Italia nei nuovi mercati: “Fare, all'ombra dei nostri campanili, cose belle ed utili che piacciono al mondo. Come accadeva nel Rinascimento”.
Le cose belle ed utili continuiamo a farle. Adesso facciamole conoscere meglio.

Bortolo Agliardi
Presidente Associazione Artigiani


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca